giovedì 16 marzo 2017

1970 Finale: Feyenoord-Celtic Glasgow 2-1 dts

L'esultanza dei giocatori del Feyneoord [https://pbs.twimg.com]
Un club olandese per la prima volta sul trono d'Europa: è il Feyenoord a centrare il prestigioso traguardo nella finale del 1970, grazie al 2-1 sul Celtic Glasgow nei tempi supplementari. Vittoria nel complesso meritata degli olandesi, anche se il match è stato per larghi tratti equilibrato. Sul piano tecnico, non è stata una grandissima finale, però si è trattato di una partita intensa, emozionante e vibrante. Una delle chiavi del match è stata la miglior qualità del centrocampo del Feyenoord, davvero ben assortito, con tre interpreti - i nazionali olandesi Jansen e Van Hanegem e l'austriaco Hasil - davvero di ottimo livello.

venerdì 17 febbraio 2017

1970 Ottavi ritorno: Feyenoord-Milan 2-0

Van Hanegem, condottiero del Feyneoord
[www.mysites.nl]
Clamorosa eliminazione dei campioni in carica del Milan negli ottavi della Coppa Campioni 1969-70. Dopo aver vinto 1-0 a San Siro, i rossoneri - privi del faro Rivera, infortunatosi nel match di andata - si arrendono 2-0 nel ritorno al Feyenoord. La squadra olandese domina l'incontro non lasciando neppure le briciole all'undici di Nereo Rocco. Il Milan appare davvero irriconoscibile rispetto a quello della stagione precedente e non riesce a calciare nemmeno una volta verso la porta di Treytel. La sfida si decide soprattutto in mezzo, con il duo del Feyenoord Van Hanegem-Hasil padrone assoluto del campo.

sabato 28 gennaio 2017

1969 Finale: Milan-Ajax 4-1

Il Milan posa con la coppa [www.wikipedia.it]
Prestazione straordinaria del Milan, che disintegra l'Ajax nella finale di Coppa Campioni 1969: 4-1. Successo ampiamente meritato dei rossoneri, che producono più occasioni da rete e giocano un match di grande intelligenza, non facendosi mai prendere dal panico nemmeno dopo la rete dell'1-2 di Vasovic su rigore. La solidità della difesa, protetta da un ottimo Cudicini, il genio di Rivera e la puntualità sottorete di Prati sono le chiavi del trionfo. L'Ajax è all'inizio del suo percorso che solo due stagioni più tardi lo consacrerà sul trono del panorama internazionale: il tecnico Rinus Michels ancora non è riuscito a proporre compiutamente il suo “calcio totale”, mentre Crujiff è un talento di 22 anni che ha già le stimmate del campione, ma ancora non è naturalmente il “dominatore” degli anni seguenti.