sabato 6 luglio 2013

1966 Girone C: Brasile-Bulgaria 2-0

Gol brasiliano contro la Bulgaria
Il Brasile bi-campione in carica esordisce contro la Bulgaria, nuova ai Mondiali. I verdeoro hanno cambiato pelle rispetto a quattro e otto anni prima e della formazione capace di vincere due volti il titolo sono rimasti i soli Gilmar, Djalma Santos, Pelé e Garrincha. Contro la Bulgaria, finisce 2-0: le cose migliori le mostra sempre Pelé, pur se fiaccato nel secondo tempo da un fallo da tergo del bulgaro Zecev. Garrincha, oramai 33enne, ha perduto lo smalto di un tempo, però conserva ancora parecchia classe, come dimostra il gol del raddoppio brasiliano nel secondo tempo. Poca cosa la Bulgaria: forse non è un caso se nel girone che comprende anche Ungheria e Portogallo, i bulgari chiuderanno con il misero bottino di zero punti.


Brasile: Gilmar - D. Santos, Bellini, Altair, Paulo Henrique - Denilson, Lima - Garrincha, Alcindo, Pelé, Jairzinho.
Bulgaria: Naidenov - Shalamanov, Penev, Kutzov, Gaganelov - Kitov, Zecev - Dermendjev, Asparukov, Yakimov, Kolev.

Primo tempo
7' Alcindo, doppio dribbling a destra, tiro da fuori: alto.
11' Kutzov a centrocampo serve Kitov, che allarga a sinistra a Gaganelov, il terzino bulgaro avanza e da 30 metri lascia partire un bel sinistro, la palla sorvola la traversa.
15' GOL BRASILE Jairzinho da sinistra serve Pelé al limite, un difensore lo atterra da dietro: punizione, batte lo stesso Pelé, tiro basso e maligno, Naidenov tocca ma non riesce a salvare.
19' percussione di Pelé, che mette a sedere due avversari e impegna Naidenov. Match bruttino, l'unico che accende la luce è Pelé.
21' altro assist geniale di O Rey di testa per lo scatto di Alcindo, che però manca lo stop e favorisce l'intervento di Naidenov.
26' si vede Garrincha: triplo dribbling sulla fascia destra, cross in mezzo per Pelé che non riesce a controllare.
29' Jairzinho serve Pelé, fermato da un difensore bulgaro. Pelé sembra poi quasi calpestare l'avversario che rimane a terra. I giocatori bulgari protestano, l'arbitro lascia correre.
30' Asparukov vince un paio di contrasti, tiro rasoterra dal limite, palla fuori.
Yakimov, il più pericoloso dei bulgari
31' Kolev a sinistra duella con Lima, riesce a crossare in area, Asparukov prova a colpire di testa, la palla viene respinta e giunge a Yakimov, che tenta una mezza rovesciata volante nell'are piccola, ma spedisce la palla alle stelle. E' finora la migliore occasione di una Bulgaria non trascendentale.
37' scambio in velocità Jairzinho-Pelé-Jairzinho, tiro di prima intenzione di quest'ultimo appena dentro l'area, Naidenov respinge di piede.
45' Pelé per Lima, filtrante per Jairzinho, tiro, palla fuori sul primo palo.

Secondo tempo
2' Djalma Santos avanza, serve al centro Denilson, che apre a destra a Pelé, scatto dell'attaccante brasiliano e tiro incrociato a mezza altezza, Naidenov riesce a parare con un tuffo in presa plastica.
4' fallaccio da dietro di Zecev su Pelé nel cerchio di centrocampo. Entra il massaggiatore brasiliano, O Rey rimane a terra doloranti parecchi minuti, prima di rialzarsi.
6' conclusione piuttosto velleitaria di Asparukov dal limite, Gilmar neutralizza.
11' morbido pallonetto di Pelé per liberare al tiro Alcindo, conclusione secca dal lato sinistro dell'area, para Naidenov.
12' rinvio di Naidenov, la palla arriva nell'altra area a Gilmar, che si lascia però scappare il pallone, Asparukov ne approfitta, salta il portiere brasiliano, ma si allarga troppo e calcia sull'esterno della rete.
14' ancora Pelé, che imbecca Alcindo, il centravanti brasiliano tira a lato su Naidenov in uscita.
18' GOL BRASILE fallo al limite di Kolev su Garrincha, batte la punizione lo stesso “Manè”, pallone imparabile nell'angolino alto.
35' Garrincha cerca di battere Naidenov da fuori, palla alta non di molto.
38' strepitosa accelerazione per vie centrali di Pelé, che scarta due avversari, entra in area allargandosi sulla destra, quindi cerca l'angolino opposto con un tiro incrociato a mezza altezza: Naidenov ci mette la mano e devia in corner.
45' tiro a effetto di Garrincha dal versante destro, Naidenov mette ancora in calcio d'angolo.

LE PAGELLE BRASILE
IL MIGLIORE PELE' 8: è oramai il leader designato di un Brasile che ha perso la brillantezza e i campioni di quattro anni prima. La partita è lenta e noiosa, lui è l'unico in grado di accendere la luce: assist geniali a compagni che sprecano, accelerazioni e scatti brucianti, un gol di forza e un altro sfiorato dopo un'azione personale da cineteca.
Garrincha 6: non sembra avere più lo smalto dei Mondiali precedenti, però lascia ugualmente il segno con la punizione del 2-0 e un paio di accelerazioni delle sue.
Jairzinho 6: alterna notevoli giocate a qualche errore di troppo. Appare un po' troppo innamorato del pallone, ma dimostra di avere buona stoffa.
Alcindo 5: fallisce diverse chances, sprecando la geniale assistenza di Pelé.

LE PAGELLE BULGARIA

IL MIGLIORE YAKIMOV 6: è uno dei pochi, tra i bulgari, che sembra crederci. Parte sulla prima linea, ma spesso arretra per cercare palloni giocabili e organizzare la manovra. Tocca diversi palloni utili e sfiora un bel gol in rovesciata.
Asparukov 5,5: fisicamente un colosso, agisce da prima punta e sembra anche discretamente dotato sul piano del palleggio. Sbaglia però un gol praticamente a porta vuota e non è sempre lucido in zona realizzativa.
Niccolò Mello

Immagini di Brasile-Bulgaria 2-0 (www.youtube.com)

Nessun commento:

Posta un commento