venerdì 16 agosto 2013

1966 Quarti: Urss-Ungheria 2-1

Lev Jascin
(www.planetworldcup.com)
Un tempo a testa nei quarti di finale tra Urss-Ungheria 2-1. Sono però i sovietici a centrare l'approdo in semifinale contro la Germania Ovest. Nei primi 45 minuti, Jascin e compagni giocano meglio, trovano il gol del vantaggio, anche se in maniera un po' fortunosa, e poi sfiorano il raddoppio. Nella ripresa, l'Urss raddoppia subito, ma poi soffre il ritorno dei magiari, che dimezzano lo svantaggio e prendono coraggio, mettendo a dura prova la resistenza dei sovietici. Non basta però per vincere: l'Urss passa in semifinale.


Urss: Jascin, Ponomarev, Danilov, Sabo, Shesternev, Voronin, Khusainov, Cislenko, Banichevski, Malafeev, Porkujan.
Ungheria: Gelei, Kaposzta, Szepesi, Meszoly, Matrai, Sipos, Bene, Nagy, Albert, Farkas, Rakosi.

Primo tempo
5' GOL URSS corner da sinistra per l'Urss, Porkujan batte corto, scambia con un compagno e calcia in porta sul primo palo, Gelei para, ma non trattiene, arriva Cislenko in tapin che mette in rete.
7' punizione per l'Urss, Voronin passa a Cislenko che segna, ma l'arbitro ha fischiato un fuorigioco.
8' traversone di Meszoly in area, la difesa sovietica respinge, la palla giunge sul lato sinistro a Rakosi, gran tiro, Jascin devia in angolo.
10' Cislenko dal lato destro si accentra, tiro sul primo palo, pallone fuori. L'Ungheria attacca solo con Rakosi sul lato mancino. L'Urss si difende per ora con ordine.
25' delizioso pallonetto di Cislenko sul lato destro per innescare Malafeev, cross pericoloso del sovietico dal fondo, Gelei respinge in tuffo.
34' Sipos si incunea per vie centrali e calcia dal limite, Jascin abbranca in presa. L'Ungheria riesce adesso a limitare le scorribande dell'Urss applicando con buoni esiti la tattica del fuorigioco.
43' punizione da destra di Cislenko, colpo di testa di Malafeev, traversa piena.
45' punizione in area di Kaposzta, Jascin sventa la minaccia.

Secondo tempo
1' GOL URSS calcio di punizione per l'Urss dal fronte sinistro dell'attacco. Batte Banichevski, la palla attraversa tutta l'area piccola, sul secondo palo sbuca Porkujan che infila da due passi.
9' tiro di Sabo da fuori, para Gelei.
Meszoly, il migliore dei magiari
(www.calciozz.it)
13' GOL UNGHERIA Albert recupera palla a centrocampo, serve Meszoly che avanza, vince un contrasto e serve con un filtrante Bene in area, diagonale vincente sul secondo palo dell'ala destra ungherese.
18' triangolo Meszoly-Kaposzta-Meszoly, conclusione di quest'ultimo dal limite, Jascin para con qualche difficoltà.
20' azione ungherese sulla sinistra, palla nell'area piccola, Meszoly raccoglie sul secondo palo e calcia a botta sicura, Porkujan respinge praticamente sulla linea.
21' tiro al volo di Szepesi da fuori, palla a lato non di molto. L'Ungheria ha trovato fiducia dopo il gol e ora attacca decisa.
26' Meszoly tenta una rovesciata spettacolare, a campanile, dal limite, pallone alto.
33' altra azione insistita dei magiari in area, Szepesi calcia da pochi passi, la difesa sovietica riesce a murare la conclusione del terzino ungherese.
34' bella azione degli ungheresi, tutta palla a terra, la migliore dell'incontro. Meszoly serve Albert in mezzo, il numero nove apre a destra per Bene, cross sul primo palo, Farkas raccoglie, si gira e indirizza la sfera sul secondo, dove arriva Rakosi che è solo; l'ala sinistra magiara non riesce però a controllare e il pallone gli scappa sotto le gambe.
36' dopo aver sofferto per buona parte del secondo tempo, l'Urss torna a farsi minacciosa in contropiede. Lancio della difesa per lo scatto di Banichevski che si invola, da solo, verso Gelei; l'attaccante sovietico si decentra però sulla destra, rientra in area superando due avversari e calcia a botta sicura, un difensore ungherese rinviene e si immola con il corpo respingendo il tiro.
38' punizione splendida, a girare, di Sipos dal limite dell'area, risposta strepitosa di Jascin che vola e toglie il pallone dall'angolo sinistro.
40' infortunio per Porkujan, costretto a uscire dal campo per un paio di minuti.

LE PAGELLE URSS
IL MIGLIORE JASCIN 7,5: sempre sicuro, attento, fiacca i tentativi magiari e nel finale compie una parata semplicemente prodigiosa levando dall'angolo una punizione velenosissima di Sipos.
Cislenko 6,5: si conferma elemento dinamico, svelto, il più tecnico dei sovietici. Trova l'1-0 in modo forse un po' casuale, ma gioca un signor primo tempo, estrapolando dal cilindro alcune giocate di notevole spessore. Cala nel secondo tempo, come tutti i compagni.
Porkujan 6,5: va a strappi, ma quando si accende lascia il segno: causa il gol dell'1-0 e sfrutta l'assist di Banichevski per segnare il bis a inizio secondo tempo.

LE PAGELLE UNGHERIA
IL MIGLIORE MESZOLY 7: regge quasi da solo il centrocampo magiaro, è continuo per tutti e 90 i minuti, si propone spesso in avanti con grande pericolosità, serve anche l'assist a Bene per la rete che riapre la contesa.
Albert 6: cresce nel secondo tempo dopo un primo piuttosto abulico, avvia l'azione del pari ed è bravo nei fraseggi lontano dalla porta. Incide poco però in area.
Farkas 5: era stato favoloso nel girone contro il Brasile. Contro l'Urss invece si vede pochissimo, a parte un assist importante a Rakosi che spreca sul lato mancino.
Niccolò Mello

Nessun commento:

Posta un commento