sabato 24 agosto 2013

1966 Semifinale: Inghilterra-Portogallo 2-1

Robert Charlton
Forse la più bella partita del Mondiale 66, la semifinale tra Inghilterra e Portogallo, 2-1. Capovolgimenti di fronte, occasioni, intensità: le due squadre danno vita a un gran bello spettacolo. Gli inglesi si dimostrano più continui nell'arco dei 90 minuti, i lusitani giocano bene soprattutto a cavallo tra i due tempi, quando forzano il ritmo nella ricerca del pari. Il match mette in luce un grande Bobby Charlton, cervello offensivo dell'Inghilterra, che in campo sa fare un po' di tutto: aiuta in difesa, organizza il gioco e trova con classe e astuzia i due gol decisivi.


Inghilterra: Banks, Cohen, Wilson, Stiles, J. Charlton, Moore, Ball, Hunt, R. Charlton, Hurst, Peters.
Portogallo: Pereira, Festa, Baptista, Carlos, Hilario, Graça, Coluna, Josè Augusto, Torres, Eusebio, Simoes.

Primo tempo
7' rinvio lunghissimo di Banks, Hurst stoppa e serve Peters, da questi palla indietro a R. Charlton, tiro da fuori area, centrale, para Pereira.
11' corner da sinistra di Eusebio, pallone alto di poco sopra la traversa.
13' cross di Ball da sinistra, Pereira fa sua la sfera all'altezza dell'area piccola, ma il pallone gli sfugge, un giocatore inglese prova la conclusione, che viene ribattuta, arriva Hurst, tiro rasoterra, Pereira riesce a intervenire.
14' tiro da sinistra di Simoes, Banks para senza grandi difficoltà.
16' R. Charlton al limite serve Hurst, conclusione fiacca tra le braccia di Pereira.
25' Hurst ruba un pallone sulla trequarti, chiede e ottiene uno scambio con R. Charlton, entra in area, ma calcia incredibilmente male e il pallone finisce addirittura in rimessa laterale. L'Inghilterra fa la partita, il Portogallo agisce di rimessa.
28' si fa vedere Eusebio, che carica il destro da fuori area, tiro deviato in angolo.
31' GOL INGHILTERRA rilancio della difesa inglese, Hunt si inserisce in area eludendo i difensori portoghesi, Pereira esce a valanga e lo anticipa, raccoglie R. Charlton al limite, tiro immediato e gol.
32' ancora R. Charlton al limite prova a piazzare una conclusione a giro, Pereira neutralizza.
34' destro di Peters dalla distanza, Pereira blocca a terra.
35' fiammata del Portogallo in un momento in cui sembra dominare l'Inghilterra. Cross da sinistra di Simoes in area, Torres viene anticipato di testa, palla ad Eusebio, conclusione al volo sul palo lontano, Banks respinge d'istinto e un inglese spazza in corner.
38' tocco di Simoes per Torres al limite, tiro forte e ben indirizzato, palla fuori non di molto.
39' tentativo di Coluna al volo, un po' velleitario, Banks non ha problemi.
40' Eusebio ci prova dal limite, pallone alto. Ora il Portogallo preme e meriterebbe il pari.

Secondo tempo
9' Simoes entra in area sul lato destro, elude la guardia di Moore, cross, Stiles forse tocca con un braccio. I giocatori portoghesi protestano invocando il rigore, ma l'arbitro lascia proseguire. Il Portogallo ha ricominciato il secondo tempo attaccando, l'Inghhilterra si difende con quasi tutti gli uomini.
13' fallo di Moore sulla trequarti, punizione per il Portogallo, Simoes mette in area, sponda aerea di Torres, colpo di testa di Eusebio nell'area piccola, para Banks.
21' corner da destra di Eusebio, J. Charlton svetta di testa e mette fuori, tentativo da lontanissimo di Graça, Banks raccoglie senza difficoltà.
28' lancio lungo dalla difesa inglese, Ball di testa spizza indietro per un compagno, che serve R. Charlton, tiro in corsa da fuori area, il pallone sfiora l'incrocio. L'Inghilterra ora respira di più, il Portogallo ha allentato la pressione.
33' GOL INGHILTERRA Moore apre il gioco a destra per Cohen, lancio in verticale del terzino inglese per Hurst, che entra nell'area piccola dopo aver resistito a un contrasto, quindi serve indietro l'accorrente R. Charlton, tiro di prima intenzione leggermente deviato e palla nel “sette”, imprendibile.
37' GOL PORTOGALLO Eusebio, al limite dell'area, pesca a destra Simoes, cross sul secondo palo, colpo di testa di un giocatore portoghese che scavalca Banks, J. Charlton sulla linea ferma il pallone con la mano. Rigore netto. Dal dischetto, Eusebio è implacabile: 2-1.
40' palla per Torres in area, il centravanti portoghese di testa serve sul lato destro Simoes, che è solo davanti a Banks e tenta un pallonetto, il portiere inglese riesce a deviare in angolo.
45' Ball da destra pesca R. Charlton, conclusione secca, para Pereira.
46' Eusebio da sinistra apre al limite per Coluna, che si libera di un avversario e calcia forte, gran riflesso di Banks che alza in corner. E' l'ultima occasione per il Portogallo.

LE PAGELLE INGHILTERRA
IL MIGLIORE R. CHARLTON 8: due reti, una presenza fissa nel gioco a tutti i livelli e in ogni zona del campo, prende per mano l'Inghilterra e la porta di peso in finale. I telecronisti portoghesi definiscono la sua partita «la migliore di Charlton in questo torneo».
Gordon Banks in tuffo
(www.dspace.dial.pipex.com)
BANKS 7: almeno tre parate notevoli, da grande numero, su Eusebio, Simoes e Coluna: ciò che R. Charlton crea, lui conserva.
MOORE 6,5: più che difensore centrale, nel primo tempo è un regista aggiunto, il primo a impostare la manovra inglese appena dopo la difesa e spesso è bravo anche a inserirsi nella metà campo avversaria. Nella ripresa, limita il suo raggio d'azione e cura unicamente la fase difensiva.
J. CHARLTON 6,5: il rigore procurato era quasi inevitabile, per il resto gioca una partita da gladiatore, dando vita a un duello tutto altezza con l'altro colosso, il centravanti portoghese Torres: spesso ne esce lui vincitore. Con le sue lunghe leve, domina su tutte le palle alte.
STILES 6,5: segue lo spauracchio Eusebio come un'ombra, riuscendo a frenarlo nei limiti del possibile. Spirito battagliero, corsa e sostanza: dà un contribuito importante.

LE PAGELLE PORTOGALLO
IL MIGLIORE EUSEBIO 6,5: controllato a vista da Stiles e dalla difesa inglese, per un tempo sembra sonnecchiare, poi prova a lasciare il segno. Sono sue le giocate più importanti del Portogallo, suo il rigore trasformato che riaccende la speranza nei minuti finali.
TORRES 6: Jack Charlton è un osso duro e di testa lo sovrasta in più di una circostanza. Nel secondo tempo riesce però a farsi rispettare e a mettere in difficoltà la difesa inglese, come quando smarca Simoes da solo davanti a Banks.
COLUNA 5,5: sembra soffrire il ritmo molto alto della contesa e non trova il bandolo della matassa in mezzo al campo. Tenta di riscattare una prestazione volenterosa ma un po' opaca, con un bel tiro dal limite all'ultimo minuto, ma Banks è un falco e devia sopra la traversa.
Niccolò Mello


Gli highliths dell'incontro (www.youtube.com)

Nessun commento:

Posta un commento