mercoledì 9 ottobre 2013

1970 Girone B: Italia-Uruguay 0-0

Enrico Albertosi, certezza azzurra
(www.wikipedia.it)
Nella seconda giornata del gruppo B, l'Italia affronta l'Uruguay. Sulla carta, è uno dei match più attesi della prima fase. Ma ne esce uno 0-0 davvero poco emozionante. Le due squadre si temono e curano innanzitutto la fase difensiva, com'è nella tradizione di due scuole calcistiche che da sempre privilegiano il detto «prima, non prenderle».


Italia: Albertosi - Cera - Burgnich, Rosato, Facchetti - Domenghini (st 1' Furino), Mazzola, De Sisti, Bertini - Boninsegna, Riva.
Uruguay: Mazurkiewicz - Ubinas, Matosas, Montero, Ancheta, Mujica - Cubilla, Cortes, Maneiro, Bareno (st 26' Zubia) - Esparrago.

Primo tempo
3' cross di Mujica dalla trequarti nell'area italiana, la difesa azzurra libera con qualche affanno.
12' Uruguay timidamente in avanti, Italia finora tutta sulla difensiva. Cross da destra di Ubinas, Burgnich mette fuori di testa, conclusione dalla distanza di Cortes, palla alta.
15' Italia pericolosa al primo affondo. Mazzola viene fermato sulla trequarti, il pallone arriva a De Sisti, tiro secco da fuori, Mazurkiewicz non è sicurissimo, ma riesce a deviare in angolo.
L'uruguayano Maneiro
(www.junglekey.fr)
24' conclusione di Maneiro da lontano, fuori.
25' Bertini scambia con Mazzola dopo una rimessa laterale, cross in area dal lato destro, Mazurkiewicz anticipa Riva con un volo plastico.
34' punizione da fuori area di Mujica, alta.
40' lancio di Boninsegna per Riva, che si gira dal vertice dell'area e calcia sul primo palo, pallone sull'esterno della rete.
43' bella azione di Mazzola, che supera un paio di avversari e serve in area Domenghini, anticipato da Mazurkiewicz.
44' il match sembra accendersi. Gran sventola di Cortes da lontano, Albertosi si tuffa e devia.

Secondo tempo
4' lancio di Cortes nell'area piccola, Bareno anticipato all'ultimo da Burgnich in angolo.
6' Furino pesca Riva in area, tiro non fortissimo, Mazurkiewicz blocca.
8' punizione da fuori di Mujica, Albertosi neutralizza.
20' Maneiro avanza e dalla trequarti lascia partire un tiro insidiosissimo, Albertosi toglie la palla dall'incrocio. Forse la più bella azione dell'incontro.
22' Mujica sfonda sul lato mancino, cross deviato da Furino, la palla a momenti non beffa Albertosi: esterno della rete.
31' Furino va via di forza, serve De Sisti che arriva al limite dell'area, ma scivola al momento del tiro: palla altissima.
34' buona azione dell'Uruguay. Da Maneiro suggerimento profondo per Ubinas, cross basso sul primo palo, Esparrago tenta di girare verso la porta, ma viene anticipato in corner.
37' mani di Mujica al limite dell'area. Punizione, batte Riva: tiro violentissimo, palla larga non di molto.
43' Albertosi resta a terra qualche minuto dopo uno scontro fortuito con Ancheta in seguito a un calcio d'angolo.

I MIGLIORI
Albertosi (Italia): non è che deve compiere interventi prodigiosi, conclusione di Maneiro a parte. Ma dà una costante sensazione di sicurezza, fa suoi tutti i palloni vaganti ed è sempre concentrato sui tentativi avversari. L'Italia ha una certezza tra i pali.
Maneiro (Uruguay): la maggior parte dei palloni uruguayani passano dai suoi piedi. Regista compassato, ma preciso, cresce con il passare dei minuti.
Niccolò Mello


Il riassunto del match

Nessun commento:

Posta un commento