giovedì 9 gennaio 2014

1978 Prima fase: Brasile-Spagna 0-0

Dirceu
(storiedicalcio.altervista.org)
Nella seconda partita del girone C, Brasile e Spagna danno vita a una partita piuttosto noiosa, che si ravviva solo nel secondo tempo per merito soprattutto dei brasiliani, e si conclude sullo 0-0. Nella prima giornata, il Brasile ha pareggiato 1-1 con la Svezia, mentre la Spagna è stata sconfitta 1-0 dall'Austria. Chi perde rischia di venire così già estromesso dal Mondiale: forse è per questo che le due squadre preferiscono soprattutto pensare a difendersi.


Brasile: Leao - Nelinho (st 25' Gil), Oscar, Amaral, Edinho, Batista, Cerezo, Dirceu, Toninho, Zico (st 38' Mendonca), Reinaldo.
Spagna: Miguel Angel - Uria (st 34' Guzman), Migueli (st 5' Biosca), Olmo, Marcelinho, San Josè, Leal, Asensi, Cardenosa, Juanito, Santillana.

Primo tempo
3' lancio di Cerezo a sinistra per Edinho, tiro di prima intenzione, fuori.
22' fallo a sinistra su Edinho, uno dei più brillanti in un avvio piuttosto scialbo. Batte la punizione Nelinho, sul fondo.
25' finalmente si va vedere anche la Spagna. Cardenosa pesca Uria sulla destra, che allunga di prima per Juanito, cross in area, Santillana anticipato all'ultimo da Oscar.
28' cross da sinistra di Edinho, Olmo nel tentativo di anticipare un giocatore brasiliano a centro area svirgola la pallla di testa e colpisce la traversa.
34' fallo di Olmo su Reinaldo quasi al limite. Punizione a girare di Nelinho sul primo palo, palla fuori di pochissimo.

Secondo tempo
3' fallo su Zico sulla trequarti. Punizione da lontanissimo di Nelinho rasoterra, pallone a lato non di molto.
8' disimpegno errato di Leal, intercetta Cerezo che apppoggia a Zicco, assist a Reinaldo in area, Miguel Angel in uscita si oppone al tiro del centravanti brasiliano e riesce a deviare.
10' lancio di Dirceu che sorprende i due difensori centrali spagnoli, Miguel Angel esce per anticipare Cerezo, la palla arriva a Reinaldo che calcia verso la porta, grande riflesso del portiere spagnolo che salva i suoi. Il Brasile sta cercando di accellerare i tempi, la Spagna pensa solo a difendersi.
15' fallo di Cardenosa su Nelinho quasi al limite. Calcio di punizione dello stesso Nelinho, palla fuori di un metro.
20' Dirceu pesca Zico in area, conclusione di prima intenzione, sul fondo.
22' punizione per il Brasile dalla trequarti. Missile terra-aria di Nelinho, risposta superlativa di Miguel Angel, che con un volo prodigioso toglie la palla dall'incrocio.
Santillana
(football news.bloog.it)
29' cross di Uria da destra, Santillana di testa anticipa l'uscita del portiere brasiliano Leal, Cardenoso calcia a porta vuota, Amaral salva sulla linea. Il giocatore spagnolo Leal recupera prova a correggere in rete, ancora Amaral, con l'aiuto del portiere brasiliano, evita il gol. Proteste degli spagnoli che invocano un fallo di mano di Amaral, ma l'arbitro lascia correre. La Spagna va vicinissima al colpo grosso alla prima vera occasione costruita nel secondo tempo.
45' fallo di Juanito su Toninho sul lato destro dell'attacco brasiliano. Punizione dello stesso Toninho in area, colpo di testa di Amaral, palla sul fondo.

I MIGLIORI
Amaral (Brasile): Nelinho è il più pericoloso in attacco con le sue punizioni bomba, ma il più sicuro e concentrato del Brasile è lui. Dietro sbaglia pochissimo ed evita un gol praticamente fatto nel secondo tempo, in quella che è l'unica vera chance creata dagli spagnoli. Nel finale va pure vicino alla rete con un bel colpo di testa.
Miguel Angel (Spagna): nel secondo tempo è protagonista di almeno due parate di notevole spessore. Senza di lui, il Brasile avrebbe probabilmente portato a casa l'intera posta. Tra gli spagnoli, bene anche il terzino destro Uria, attento e abile a interpretare entrambe le fasi di gioco.
Niccolò Mello

Nessun commento:

Posta un commento