lunedì 1 settembre 2014

1973 Inghilterra-Italia 0-1

I capitani Moore e Facchetti prima del match
[http://www.storiedicalcio.altervista.org]
La prima vittoria italiana in Inghilterra. L'amichevole di Wembley del 1973 è un momento storico per il calcio azzurro, grazie a una rete di Capello a una manciata di minuti dalla fine. E' un match molto bello, intenso, ben giocato da entrambe le squadre e che mette in mostra alcuni grandi campioni, dai nostri Rivera e Zoff all'inglese Moore, capitano di lungo corso della nazionale dei Tre Leoni.


Inghilterra: Shilton - Madeley, Moore, McFarland, Hughes - Currie, Bell, Clarke (st 29' Hector), Peters - Osgood, Channon.
Italia: Zoff - Burgnich - Spinosi, Bellugi, Facchetti - Capello, Rivera Benetti - Causio, Chinaglia, Riva.

Primo tempo
1' Osgood per Clarke dentro l'area tiro di punta, Zoff c'è.
3' percussione centrale di Rivera, che avanza e giunto al limite calcia rasoterra, palla a lato di un metro. Inizio molto promettente.
4' punizione per l'Inghilterra: Moore tocca per Currie, che avanza e scocca un destro violento sul primo palo, grande risposta di Zoff, che devia in angolo.
12' corner da sinistra di Currie, colpo di testa di Channon, Zoff sicuro.
14' Riva recupera un pallone e lo cede a Rivera, che avanza palla al piede e innesca poi sulla trequarti Chinaglia, diagonale in corsa sul primo palo, Shilton salva con i piedi.
15' Currie per Peters, conclusione centrale, Zoff neutralizza.
18' bella manovra inglese, da Channon a Bell a Currie, destro improvviso a mezza altezza sul primo palo, volo plastico di Zoff, che devia in angolo. Match bellissimo finora.
30' lancio di Moore per Bell, che fa da sponda per l'inserimento a destra di Osgood, il centravanti calcia al volo da ottima posizione, ma manda sul fondo anche per l'ottima opposizione di Burgnich e Capello.
Una fase del match [www.youtube.com]
38' Bell si inserisce in area sfruttando un'incertezza della difesa italiana e scocca un diagonale mortifero, palla a lato.
40' altra azione molto temibile dell'Inghilterra, che sta prendendo maggiormente campo in questo finale di primo tempo: Bell pesca Currie sul lato destro dell'area, diagonale a pelo d'erba fuori di un soffio.

Secondo tempo
5' spunto di Currie sulla destra, cross basso in area piccola per Channon, che anticipa Zoff in spaccata, ma mette a lato.
9' Currie per Bell, cross in mezzo per Peters, deviazione fondamentale di Benetti in angolo. Non si placa la spinta inglese, Italia sulla difensiva.
16' grande azione di contropiede degli azzurri: Causio lancia Benetti, palla centrale a Chinaglia, che lascia a Rivera, assist a sinistra per Riva, diagonale imperioso rasoterra, Shilton vola e devia in angolo. Dal corner, colpo di testa di Chinaglia alto di poco.
18' sponda di Osgood per l'accorrente Bell, tiro immediato, Zoff neutralizza in due tempi.
28' Bell per Hughes, che avanza e scarica un sinistro violentissimo, Zoff alza sulla traversa con un colpo di reni super. Dal corner, altro tentativo di Hughes da lontano, la palla sfiora il palo alla destra della porta italiana.
30' Rivera per Benetti, cross pennellato, Chinaglia incrocia di testa, Shilton abbranca in tuffo.
37' Bell per Currie, cross da destra, splendida deviazione al volo di Osgood, palla fuori di pochissimo.
40' cross insidiosissimo di Madly, Zoff con una mano tocca in angolo.
42' GOL ITALIA Tiro-cross di Chinaglia da destra, Shilton respinge centralmente, Capllo in tapin non può davvero sbagliare.


Il gol di Capello [https://sport660.files.wordpress.com]

LE PAGELLE INGHILTERRA
IL MIGLIORE BELL 7: dominatore del centrocampo inglese, tocca un mare di pallone, abbinando qualità e quantità. Corre e imposta per 90 minuti, facendosi anche vedere con una certa pericolosità al tiro.
Moore 7: conferma tutte le sue qualità, pur in una nazionale che non è allo stesso livello di quella del periodo 66-70. Sempre un asso come senso della posizione e interventi sull'uomo, primo regista della manovra con i lanci dalle retrovie, costantemente nel vivo delle operazioni.
Currie 6,5: a destra rende la vita non semplice a Facchetti, spinge, crossa, dribbla e triangola (preferibilmente con Bell). Peperino.
Shilton 6: effettua una grande parata su un diagonale di Riva in corsa, ma in occasione del gol dell'Italia potrebbe forse fare di più, con quella respinta corta e centrale che serve la palla a Capello su un piatto d'argento.
Peters 5,5: uno dei pochi reduci del trionfo iridato di 7 anni prima, non decolla finendo presto fuori dal gioco.

LE PAGELLE ITALIA
IL MIGLIORE ZOFF 7,5: compie almeno tre parate strepitose, mettendo in mostra un colpo di reni e un istinto pazzeschi, doti che non sempre evidenzia nel suo repertorio. Dà una costante sensazione di sicurezza a tutta la squadra. Se l'Italia corona il sogno di espugnare Wembley per la prima volta, lui ha gran parte dei meriti.
Rivera 7: per un tempo abbondante dipinge calcio ed è il migliore in campo: accelerazioni, veroniche, assist smarcanti, palloni telecomandati. Cala nell'ultima mezz'ora, anche se è lui a far partire l'azione che porta poi al gol di Capello.
Chinaglia 6,5: svolge un lavoro encomiabile, facendo salire la squadra e sbattendosi come un toro in prima linea. Dal suo tiro-cross nasce la rete decisiva di Capello.
Burgnich 6,5: ottimo anche da libero, ha senso dell'anticipo e dirige con calma e intelligenza il reparto. Bravo anche negli uno contro uno. Non sfigura di fronte al fantastico Moore.
Riva 6: a lungo isolato, si accende a sprazzi, ma quando lo fa lascia il segno. Meraviglioso, per potenza e coordinazione, quel diagonale al quarto d'ora del secondo tempo che avrebbe meritato maggior fortuna.
Causio 5,5: un po' in ombra, si fa vedere per alcuni validi suggerimenti in verticale, ma in generale appare poco continuo e presente nel gioco.
Niccolò Mello


La sintesi del match

Nessun commento:

Posta un commento